Basilicata, contributi per agricoltura

Contributo a fondo perduto fino al 70% per sostenere investimenti nelle aziende agricole.

Il presente bando attiva la Sottomisura 4.1, “Investimenti nelle aziende agricole”.

Obiettivo principale  è quello di migliorare le prestazioni economiche di tutte le aziende agricole, attraverso la ristrutturazione e l’ammodernamento delle stesse.

Soggetti beneficiari:  le imprese agricole in forma singola o associata.

Tipologia di interventi ammessi:

  • Investimenti effettuati da giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in una azienda agricola in qualità di capo azienda;
  • Costruzione e/o ristrutturazione di immobili produttivi, di prima lavorazione, di trasformazione e vendita di prodotti aziendali;
  • Acquisto o leasing con patto d’acquisto di impianti, macchine e attrezzature finalizzate alla meccanizzazione ed automazione dei processi produttivi, alle riduzione dell’impatto ambientale e ad innovazione di processo e di prodotto;
  • Produzione di energia da fonti rinnovabili (solare termico e fotovoltaico, biomasse, mini-eolico e, mini-idrico) con piccoli impianti per autoconsumo;
  • Miglioramento dell’efficienza e/o riduzione dell’uso di fertilizzanti e/o prodotti fitosanitari;
  •  Interventi di efficientamento energetico;
  • Investimenti per aumentare l’efficienza irrigua;
  • Miglioramenti fondiari quali quelli finalizzati alla regimazione delle acque superficiali;
  • Investimenti strutturali per il miglioramento del benessere animale, per la gestione delle deiezioni animali, viabilità ed elettrificazione aziendale;
  • Riconversioni produttive e varietali anche con incremento della superficie coltivata;
  • Investimenti per la realizzazione di impianti di compostaggio per esclusivo uso aziendale.

Tipologia di spese:

1. Spese per opere edili-strutturali legate ad investimenti su manufatti aziendali produttivi, per incremento efficienza degli edifici produttivi, per incremento dell’efficienza irrigua, miglioramenti fondiari e infrastrutturazione (viaria ed elettrica) e rinnovi produttivi e varietali;

2. Macchinari, impianti ed attrezzature (anche in leasing), software ed hardware, brevetti e licenze;

3. Acquisto di terreni nella misura massima del 10% del costo complessivo dell’operazione;

4. Spese generali, quali spese tecnico-progettuali, direzione lavori, consulenze agronomico-forestali, geologiche, ambientali ed economico-finanziarie, costi per rilascio di autorizzazioni e nulla osta fino al 10% della spesa ammessa, ovvero sino ad un massimo del 4% della spesa ammessa per investimenti in sole macchine e/o attrezzature;

5. Spese per la cartellonistica obbligatoria sino ad € 250,00.

Risultati immagini per grano matera

Le domande dovranno essere presentate entro il 09.12.2017.

Per maggiori informazioni: